Immagine

Fotografare la propria morte

Solo qualche giorno fa l’Esercito degli Stati Uniti d’America ha pubblicato, sulla propria rivista “Military Review”, le foto di un incidente avvenuto durante un’esercitazione, nel luglio del 2013.

La foto, scattata da Hilda Clayton, ritrae l’esatto momento in cui un mortaio esplode, a causa di un incidente, durante l’esercitazione della 55a compagnia dell’Esercito americano e delle forze afghane, che in quel periodo venivano addestrate dalle truppe statunitensi, nella provincia afghana di Laghman. Assieme alla fotografa, soldatessa e fotoreporter, sono morti che altri quattro militari afghani e il suo apprendista fotografo.

L’Esercito ha scelto di pubblicare questi scatti, sia della fotografa che del suo assistente, a quasi quattro anni di distanza, per mostrare il rischio che si può correre nel documentare in prima linea le attività militari e per la stessa motivazione le è stato intitolato il Best Combat Camera Competition, un premio di fotografia per fotoreporter di guerra.

La particolarità dello scatto, negli Stati Uniti, ha fatto sì che venisse sin da subito paragonato ad altri storici e drammatici scatti come quello di Robert Capa, durante la guerra civile in Spagna.

002

Oppure a “Falling Man”, di Richard Drew, la foto dell’11 Settembre 2001, che senza mostrare le esplosioni, gli aerei o il crollo delle torri ne è diventata il simbolo.

WORLD TRADE CENTER

Non si può negare che alcuni scatti più di altri possano avere un forte impatto sulla nostra percezione della realtà e sulle nostre emozioni tant’è che guardando la foto della Clayton non possiamo che rimanere con domande a cui nessuno può rispondere. Fino ad ora è la seconda volta che, dalla nascita della fotografia, un fotografo immortali la propria morte. Il primo caso è avvenuto in un’esplosione su una portaerei degli Stati Uniti, durante la Seconda Guerra Mondiale, in cui morì l’autore Robert Read.

18386930_10211295590099543_1780870629_n

Annunci

Un pensiero su “Fotografare la propria morte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...